About

Due sono le strategie/gli strumenti per raggiungere questo obiettivo:

La prima consiste nella riduzione dell’impronta ecologica, in altre parole della CO2 prodotta durante i processi lavorativi della nostra attività, attraverso una rivalutazione critica della gestione dell’acqua, dell’energia elettrica e dei rifiuti che consenta/favorisca di ridurre gli sprechi, risparmiare energia e riciclare i materiali impiegati. In questa ottica il gruppo si impegna ad approfondire la ricerca nel campo della sostenibilità ambientale in nefrologia con l’intento di pubblicare i risultati ottenuti per favorire il miglioramento delle pratiche nefrologiche, soprattutto legate alla dialisi. Il Gruppo si prefigge di lanciare a breve una Survey Nazionale che aiuti a fotografare la situazione in cui si trovano i Centri di nefrologia nel nostro Paese riguardo a queste tematiche.

Una volta ottenuti questi risultati, si potrà avanzare una proposta di programma di certificazione/accreditamento volta ad implementare ed incoraggiare sempre di più  l’uso di corretti atteggiamenti per il risparmio energetico e la minore produzione di CO2  così come è già stato intrapreso in alcuni paesi europei come la Gran Bretagna e come del resto si propone di fare anche il programma di EDTA.

La seconda, non meno importante, si prefigge di allargare l’informazione e la formazione per medici, personale sanitario e pazienti sui rischi per la salute in genere e renale in particolare dell’inquinamento e del cambiamento climatico nonché di promuovere, assieme alle altre società scientifiche, una rigorosa attività di advocacy sui decisori politici, sia a livello locale che nazionale, affinchè vengano prese tutte le iniziative utili a prevenire e/o mitigare le conseguenze del cambiamento climatico ( ovvero tese a ridurre le emissioni di CO2 e il rilascio degli agenti inquinanti) a livello di aria, acqua  etc..


Contenuto riservato. Si prega di effettuare il login.